“Impegnare l’amministrazione comunale di Gravina alla realizzazione di aree di parcheggio nel territorio”. Lo chiedono i consiglieri di opposizione Claudio Nicolosi e Concetta Cianciolo che hanno presentato una mozione in consiglio comunale.

“Premesso che - scrivono nella mozione i due consiglieri - questa amministrazione dal momento del suo insediamento non ha realizzato nessun parcheggio e considerato che presso le strade adiacenti gli istituti scolastici Tomasi di Lampedusa, Piersanti Mattarella, Nosengo, Rinazzo, Lombardo Radice durante le ore d’ingresso e di uscita degli alunni si verifica un intasamento causato dalle autovetture condotte dai genitori che parcheggiano in doppia e tripla fila creando spesso seri problemi alla viabilità ed alla incolumità degli alunni, chiediamo che l’amministrazione comunale intervenga subito al fine di risolvere in via definitiva il problema”. 

“Una parte dei ricavi, circa 500.000 euro all’anno - continuano i due consiglieri - provenienti dai proventi degli oneri di urbanizzazione e dai costi di costruzione possono essere destinati alla manutenzione e ai lavori pubblici, così come previsto dalla normativa vigente. Inoltre, teniamo a precisare che nel Piano Regolatore Generale sono previsti dei terreni adiacenti alle sedi scolastiche da adibire a parcheggi, per questo ribadiamo ad alta voce che l’amministrazione si attivi con sollecitudine per la necessaria realizzazione dei parcheggi al fine di garantire la possibilità ai genitori degli alunni di parcheggiare le loro automobili senza intasare la viabilità e compromettere la incolumità delle persone che transitano per le strade”.