Imminente l’apertura di Via Sgroppillo. La mitica “via di fuga” sta per essere riconsegnata ai cittadini e agli automobilisti. Nella conferenza dei servizi che si è tenuta a Catania, alla quale hanno preso parte: il vicesindaco, Ivan Albo e l’ispettore di Polizia municipale Salvatore Gulisano del Comune di San Gregorio, il geometra Carmelo Martelli dell’Ufficio urbano del Comune di Catania, l’ing. Tommaso Costa e il geometra Alfio D’Angelo direttori lavori della Protezione civile della Regione siciliana, sede di Catania e Raffaele Giannetto rappresentante dell’impresa esecutrice, sono state fissate le ultime fasi conclusive per la riapertura della strada.

Un quarto collaudo di visita è stato effettuato il 20 febbraio propedeutico, appunto, alla consegna della strada che dovrebbe avvenire proprio oggi. A seguire un’ordinanza, da parte del Comune di Catania, darà il via definitivo per la sua riapertura.

«Siamo soddisfatti di come tutto stia per compiersi nel quasi rispetto dei tempi prefissati all’inizio dei lavori – ha commentato l’avv. Albo -. Nella conferenza di oggi abbiamo chiesto ed ottenuto che la linea continua diventasse tratteggiata in quei percorsi di accesso al rifornimento di benzina, alla scuola “Domenico Savio” e a quei condomini residenziali del Comune sangegorese. Nella giornata di oggi - ha annunciato il vicesindaco – potrebbero consegnare la strada e allora il passo verso la riapertura sarebbe brevissimo.

«Insieme all’ispettore Gulisano – ha concluso Albo – avevamo chiesto anche, a causa dell’alta densità abitativa della zona, di rivedere il limite di velocità nel tratto compreso tra le due rotonde, e cioè di ridurne il divieto di superamento da 50 a 30. Questo secondo passaggio, però, non è stato condiviso dall’Ufficio traffico urbano del Comune di Catania».

Sono stati fatti gli ultimi ritocchi di segnaletica orizzontale per la sosta, passaggi pedonali, e delimitati gli stop per quelle strade secondarie che si immettono in Via Sgroppillo. Precedentemente è stato effettuato anche il collaudo per la rete di illuminazione pubblica.