Le musiche del maestro Fabrizio Puglisi protagonista della XVII edizione “Città della Musica” di Rossano

Si terrà il 25 giugno 2022, alle 19.00, presso la Sala concerti del Centro Studi Musicali “Giuseppe Verdi” di Rossano, in provincia di Cosenza, un concerto del pianista Giovanni Battista Romano, nell’ambito della XVII edizione “Città della Musica”, stagione concertistica, curata da Teresa Campana.

Saranno eseguite le musiche del pianista e compositore siciliano Fabrizio Puglisi, nella seconda parte del concerto, mentre la prima sarà dedicata alle composizioni di Franco Mannino.

Dell’autore di “Don’t Bass” saranno eseguiti gli Studi n. 2 e 10 (dai 12, ed. Pizzicato), ‘Ubuntu’, ‘The Loving side of the moon’ e ‘Forgotten music’. Gli ultimi 3 sono stati pubblicati nell’edizione Studiomusicalicata.

Per la prima volta in assoluto, verrà eseguito in pubblico lo studio numero 10, al quale Puglisi è molto legato

«Come sempre più spesso accade – dichiara Puglisi – nel suo percorso artistico, Giovanni Battista Romano si rivela pianista attento e sensibile verso la diffusione di musiche del ‘900 e contemporanee. ‘Forgotten music’, eseguito in prima assoluta da Irene Veneziano, è un lavoro con uno sguardo verso nuances tardo-romantiche, senza rinunciare ad esplorazioni nostalgiche del primo ‘900. I 2 Studi (rispettivamente il 2° e il 10° della raccolta dai 12) richiedono un pianismo solido e ‘ardimentoso’.Il 10°, infatti, basato su un noto tema di D. Cimarosa, è costruito su armonizzazioni moderne e sulla tecnica delle ottave. Il 2° (intitolato “Bachiano) è uno studio sugli accordi».

Quanto al brano ‘Ubuntu’ , il compositore spiega che si tratta di un’espressione in lingua Bantu: indica “benevolenza verso il prossimo”.

Nella prefazione allo spartito, pubblicato di recente, l’autore spiega meglio la chiave di lettura. ‘The loving side of the moon’, 2° premio alla penultima edizione del “Concorso internazionale di composizione di Albenga” è stato eseguito, per la prima volta, a Palermo, nel 2021, dalla dedicataria: la pianista Tatiana Orlova.

Lascia un commento