Podismo, trionfo per Filippo Amasi e Nina Gulino alla Run 2 Castles

CATANIA – Filippo Saverio Amati iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della Run 2 Castles. La terza edizione della gara podistica, organizzata da Sport Extreme Triathlon e da Pianeta Vacanze Consulting. Il portacolori dell’Atletico Savoca domina la corsa sin dalla partenza programmata al Castello di Acicastello.

All’arrivo la notizia di aver centrato anche il record ultimando i 10 chilometri e 500 in in 33’ e 59” (Maccarone aveva chiuso l’edizione 2023 in 34’ 37”). Battuti Francesco Nastasi (Run Card), staccato di 1’ e 26” e Francesco B Nel femminile Nina Gulino, palermitana trapianta in Toscana, succede a Gaia Patrinicola, anticipando la cusina Desireè Erica Di Maria di 28 secondi e di appena un minuto Valerie Anne Woodland (inglese stabilitasi in Sicilia da 20 anni).

Le parole di Mario Lombardo
“Tutto – spiega Mario Lombardo, presidente della Sport Extreme Triathlon – si è svolto in sicurezza. Non ci fermiamo, pensiamo al 2025. La gara ha un grande fascino, non è un percorso a circuito. Dalla prossima edizione proveremo a ingaggiare anche un top runner per cercare di elevare il rango della manifestazione”.

L’assessore Sergio Parisi
“E’ stata – spiega l’assessore allo Sport, Sergio Parisi – una bella intuizione di Mario Lombardo testimoniata dai numeri crescenti. Soddisfazione per un evento che lega i due castelli di Aci Castello e Catania. Sono convinto che si tratta di un evento di grandissima potenzialità che testimonia la capacità della nostra classe dirigenza sportiva”.

Catania, una palestra a cielo aperto
Il vice presidente vicario del Coni, Enzo Falzone afferma: “Catania è una palestra a cielo aperto. L’organizzazione della Run 2 Castles si è rivelata attenta con i nostri eroi, gli organizzatori, che lavorano in sinergia con amministratori e istituzioni sportive. L’importante è fare sport sempre, perché ci fa stare bene e ci aiuta a migliorare”.

I vincitori
I due vincitori non nascono la loro emozione: “Molto bello il percorso – afferma Amasi – e impegnativo. Nonostante la pioggia la gara è stata stupenda. Dal punto di vista artistico, soprattutto, correre attorno a un paesaggio straordinario è davvero una grande opportunità. La dedica va alla mia squadra e ai miei compagni. Un invito a non mollare”.

“La Sicilia – ribadisce la Gulino vincitrice nel femminile – è straordinaria. La porterò sempre nel cuore anche se vivo in Toscana. Rimarrà sempre casa mia. Le emozioni che mi trasmette ancora oggi non hanno eguali”.

La Run 2 Castles non ha sviluppato soltanto l’aspetto agonistico. Al via tanti amatori che hanno vissuto un’Epifania speciale. Un esempio? Francesco Scarcipino, ultraottantenne, che ha rafforzato all’arrivo il concetto di sport inteso come salva vita. È bello sottolineare il clima di aggregazione e condivisione che si è creato a ogni arrivo, a conferma della potenzialità della corsa. A promuovere e organizzare l’evento sono state l’Asd Sport Extreme Trathlon che si è avvalsa della collaborazione di Pianeta Vacanze Consulting, di partner istituzionali come i Comuni di Acicastello e di Catania, dei patrocini di Ars, Amts con la collaborazione di Coni, Csain e Acli

Classifica assoluti
1) Filippo Saverio Amasi (Atletica Savoca) 33’ 59” 2) Francesco Nastasi (Run Card) a 1’ 26” 3) Bruno Francesco (Cus Catania) a 1’ 32” 4) Domenico Lo Faro (Ass. Dil. Puntese San Giovanni La Punta) a 2’ 47” 5) Salvatore Stivala (Atl. Bellia Piazza Armerina) a 2’ 57”.

Classifica donne
1) Nina Gulino (Atletica Castello) 42’ 52” 2) Desireè Erica Di Maria (Cus Catania) a 28” 3) Valerie Anne Woodland (Podistica Messina) a 1’ 04” 4) Federica Ronsisvalle (Bancari Romani) a 2’ 49” 5) Claudia Pantellaro (Us Acli-Altair) a 2’ 51”.

Lascia un commento